Razionale

L’osteoporosi e le fratture da fragilità che da essa derivano costituiscono un enorme problema di salute pubblica, destinato ad ampliarsi enormemente nel prossimo futuro, sia per l’invecchiamento della popolazione sia per l’inadeguatezza attuale delle cure, con incremento dei costi che saranno a breve non sostenibili dal sistema sanitario. Programmi di prevenzione primaria e secondaria di prevenzione delle fratture da fragilità sono quindi assolutamente necessari. In generale, le malattie del metabolismo minerale ed osseo sono molto frequenti e spesso sottodiagnosticate e sottotrattate.
Le competenze necessarie per il corretto inquadramento diagnostico e terapeutico di tali patologie, ai fini di prevenzione primaria e secondaria, sono raramente presenti in un’unica figura professionale medica sanitaria, con la conseguenza che è difficile sia per il paziente sia per il medico di medicina generale identificare una figura professionale esperta adatta per l’inquadramento e l’appropriato trattamento della malattia ossea.

Ultime modifiche: venerdì, 30 luglio 2021, 15:21